Regolamento Organi Statutari

REGOLAMENTO ORGANI STATUTARI Approvato dal Consiglio Nazionale del 30/09/2019

ART. 1 PREMESSA

Il presente Regolamento interno è parte integrante dello Statuto dell’Associazione AIDA Scuole. I soci che aderiscono a qualunque titolo all’Associazione stessa lo condividono pienamente e senza riserve. Il presente Regolamento è concordato dal Consiglio Nazionale che lo sottoscrive interamente, ai sensi dell’art. 13 lettera c dello Statuto.

Eventuali modifiche devono essere approvate dal Consiglio a maggioranza assoluta dei membri. Il Regolamento (ed eventuale modifica) viene pubblicato sul sito internet dell’Associazione.

Il presente Regolamento viene emanato:

• per consentire un miglior funzionamento degli organi sociali;

• per integrare lo statuto ed applicarlo correttamente.

ART. 2 Validità riunioni e modalità di convocazione delle stesse

L’Assemblea Nazionale si considera regolarmente costituita alle condizioni definite nello Statuto associativo, ossia al raggiungimento di 1/3 degli associati ordinari presenti o deleganti. Ogni associato può ricevere un massimo di 3 deleghe.

Le riunioni del Consiglio Nazionale e della Segreteria Nazionale sono valide anche nel caso in cui la partecipazione è garantita con strumenti telematici (skipe, whatsapp, ecc.) che consentano la piena cognizione dei lavori. Il Consiglio Nazionale e la Segreteria Nazionale si reputano validamente costituiti se vi è la presenza della metà più uno dei suoi componenti.

La perdita dello status di socio comporta la decadenza di diritto dalla carica eventualmente ricoperta in seno agli Organi dell’Associazione.

ART. 3 DELEGA E DECADENZA

Ogni membro della Segreteria Nazionale e/o del Consiglio Nazionale può delegare un sostituto componente della Segreteria e/o del Consiglio in caso di propria assenza o impedimento.

Nel caso di tre assenze consecutive senza che il componente abbia delegato un sostituto o che risulti assente ingiustificato,  il componente della Segreteria e/o del Consiglio Nazionale decade. Per i componenti della Segreteria Nazionale, membri di diritto del Consiglio Nazionale, l’eventuale decadenza dal Consiglio Nazionale determina la decadenza altresì dalla Segreteria Nazionale.

La decadenza viene notificata da parte del Presidente al membro della Segreteria e/o del Consiglio. In caso di decadenza o dimissioni il Presidente sostituirà il componente mancante, individuando il/i membro/i di Segreteria e/o di Consiglio tra i non eletti, in mancanza attraverso designazione diretta del Presidente, previa delibera con maggioranza di adozione della Segreteria Nazionale.

In questo caso, la delibera di decadenza di cui al superiore comma è comunicata per iscritto al componente dell’organo associativo decaduto, entro 30 giorni dalla sua adozione.

Sempre in questo caso, entro 15 giorni dalla comunicazione della delibera il componente decaduto può proporre ricorso, in sede conciliativa, al Consiglio Nazionale. La delibera di decadenza diventa effettiva decorsi 15 giorni dalla predetta comunicazione. Il ricorso ha effetto sospensivo dell’efficacia della delibera di decadenza.

ART. 4 CARICHE ELETTIVE

Le cariche elettive degli organi statutari resesi vacanti in corso di mandato, vengono ricoperte, per la durata residua del mandato, secondo le seguenti  modalità:

  1. nell’eventualità venga a mancare più della metà dei componenti del Consiglio o della Segreteria Nazionale, il Presidente o il Vicepresidente in caso di decadenza del Presidente stesso, è tenuto, entro trenta giorni dall’assenza, a convocare l’Assemblea affinché si sostituiscano i posti vacanti;
  2. nell’eventualità vengano a cessare tutti i membri del Consiglio o della Segreteria Nazionale, il Presidente o Vicepresidente in caso di decadenza del Presidente stesso, deve convocare entro 60 giorni l’Assemblea per la ricostruzione dell’organo statutario. Nel frattempo, per evitare un totale vuoto di poteri, il Presidente o Vicepresidente in caso di decadenza del Presidente stesso, può compiere gli atti di ordinaria amministrazione e detiene i poteri dell’organo competente decaduto;
  3. nell’eventualità rimanga in carica nel Consiglio o della Segreteria Nazionale più della metà degli amministratori dell’organo, il Presidente o Vicepresidente in caso di decadenza del Presidente stesso, può continuare il resto del mandato senza colmare la vacatio oppure convocare l’Assemblea per la sostituzione dei posti vacanti.

ART. 5 COMPOSIZIONE CONSIGLIO NAZIONALE

Il Consiglio Nazionale, in deroga a quanto previsto dallo Statuto, alla luce del numero di associati tesserati è provvisoriamente ridotto a 6 membri; al raggiungimento di 400 iscritti si procederà ad incrementare il Consiglio Nazionale di n. 2 membri con elezioni suppletive; analogamente si procederà all’incremento di n. 2 membri ogni ulteriori 100 iscritti fino al raggiungimento della soglia statutaria. Il Consiglio Nazionale è pertanto costituito provvisoriamente da 11 membri poiché, secondo quanto stabilito dallo Statuto, è composto dai 6 membri elettivi oltre al Presidente e ai i componenti della Segreteria Nazionale che vi partecipano di diritto. 

ART. 6 – Candidature cariche associative

Ogni associato in regola con il tesseramento potrà candidarsi anche per più organi associativi. Per formalizzare la candidatura viene messa a disposizione di tutti gli associati una apposita funzione telematica sulla piattaforma associativa. All’atto della candidatura, l’associato dovrà dichiarare l’insussistenza di cause di incompatibilità. Nel caso in cui un associato venga eletto in più organi associativi sarà l’associato stesso a scegliere quale incarico ricoprire tra quelli per cui è stato eletto. In tal caso l’incarico oggetto di rinuncia darà luogo a surroga in favore del primo dei non eletti.

ART. 7 – Modalità di voto

Le operazioni di voto si svolgeranno telematicamente mediante autenticazione sulla piattaforma associativa. Hanno diritto al voto tutti i soci ordinari ancorché fisicamente non presenti in assemblea. Le credenziali per accedere alla piattaforma associative sono strettamente personali e incedibili,  pertanto in questo caso non è ammessa nessuna forma di delega. Il presidente dell’assemblea stabilirà l’ora di inizio e fine delle operazioni di voto online che non potranno essere di durata inferiore ad un’ora. Si può esprimere DUE preferenze per Carica da eleggere. In caso di parità di voti verrà eletto il candidato più giovane di età.

ART. 8 – SOCI SOSTENITORI

I soci sostenitori, così come previsto dallo Statuto, all’art. 6, non sono tenuti a versare la quota associativa, pertanto verseranno a favore dell’Associazione, a titolo di liberalità € 20,00 (annuali).

ART. 9 – RIMBORSO SPESE

Gli associati che dovessero svolgere per l’Associazione un’attività che comporti il sostenimento di spese hanno diritto al rimborso, previa autorizzazione ed esibizione della documentazione attestante la spesa stessa. Tale documentazione dovrà essere inviata alla mail presidente@dsga-aida.it.

ART. 10 – Rinvio

Si posticipa ad una successiva consultazione l’elezione del Collegio dei Revisori e del Collegio dei Probiviri, al fine di consentire alla prima Assemblea Nazionale utile di eleggere le cariche essenziali per il funzionamento dell’Associazione. Le funzioni del Collegio dei Probiviri vengono esercitate ad interim dalla Segreteria Nazionale.