Equiparazione DSGA ai Direttori AFAM

Equiparazione dei DSGA ai Direttori AFAM. Partono le diffide al MIUR

Art. 36 della Costituzione: “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro”.

L’AIDA Scuole ritiene il livello retributivo dei Direttori dei servizi generali ed amministrativi delle scuola non adeguato alle responsabilità, alla quantità e qualità del lavoro svolto.


L’Aida Scuole ha approfondito la questione con i propri legali e ritiene ci siano i margini per intraprendere un complesso di iniziative legali nei confronti del MIUR al fine di riconoscere alla categoria dei DSGA un livello retributivo corrispondente alla categoria professionale di appartenenza ed in linea con altri profili professionali, sempre della pubblica amministrazione, che svolgono le medesime attività e hanno le stesse responsabilità quali a solo titolo esemplificativo i direttori AFAM.


L’AIDA Scuole ha supportato tutti gli iscritti a chiedere il riconoscimento di tutte le differenze retributive tra il profilo del DSGA e quello di Direttore AFAM maturate dal momento dell’assunzione ad oggi, nonché l’equiparazione del proprio profilo a quello dei Direttori AFAM, mediante l’invio di una diffida e, visto il silenzio del MIUR, tramite la proposizione di ricorsi nei vari Tribunali d’Italia.

21/01/2020: Prima Udienza Ricorso Pilota presso il Tribunale di Trani

Prima udienza del contenzioso per l’equiparazione dei DSGA ai Direttori AFAM.

Il giudice ha rinviato all’udienza del 9 giugno 2020 per la decisione concedendoci un termine per depositare un’ulteriore memoria difensiva. Secondo il nostro avvocato Nicola Parisi possiamo ben sperare entro l’estate di avere la prima pronuncia in merito.

Udienza del 10 Novembre 2020

Il 10 novembre ha avuto luogo una nuova udienza del contenzioso pendente davanti al Tribunale di Trani avente ad oggetto la richiesta di equiparazione dei DSGA ai direttori AFAM sia sotto il profilo professionale che retributivo. L’Avv. Nicola Parisi, che sta patrocinando il giudizio in nome e per conto di una nostra iscritta, ci ha comunicato che la trattazione della causa, nel rispetto delle normative Covid-19, è avvenuta in forma scritta. Il Giudice ha ritenuto di disporre un puro e semplice rinvio al prossimo 6 aprile 2021 senza alcuna particolare motivazione.
Purtroppo la situazione di emergenza epidemiologica che stiamo vivendo non ha consentito una rapida definizione dell’udienza.
Siamo fiduciosi che questo contenzioso possa portare ad un risultato quantomeno per porre all’attenzione del Ministero datore di lavoro la situazione di disagio in cui tutti noi DSGA versiamo anche per un enorme disparità tra le funzioni e responsabilità svolte e il profilo professionale ed economico riconosciuto.